Tag Archives: Mia

In Toscana con Mia

Mettete un week end in Toscana,mettete un giro in auto, aggiungete una passione per i piccoli borghi medioevali e ne vien fuori questo post!
Regalo per Enrico era un week end in Toscana appunto.

Io ADORO tutta la campagna Toscana, le sue strade che sembrano perdersi in mezzo le colline, quei suoi cipressi messi in ordine, quasi in fila indiana, i casali con le grossa mura di pietra.
Ogni volta che vado, anche solo uscendo dalle strade più trafficate, mi sento immersa in una gigantesca spa!
Questa volta abbiamo viaggiato con puffetta a seguito e, devo ammettere, non è stato facile.


Purtroppo lei ancora non ama l’auto, e tenerla seduta per più di un paio d’ore,diventa un’impresa difficile!
Però ce l’abbiamo fatta e ho fatto scoprire ad Enrico che per tornare soddisfatti da una vacanza in quei luoghi, non occorre certo passare per Siena o Firenze!
In questo periodo in casa non si dorme molto e comincia a pesare, quindi siamo tutti un po mentalmente stanchi.
Ecco perché siamo partiti sabato mattina con un’unica certezza, avremmo dormito a Monteroni d’Arbia presso l’hotel More di Cuna.
Tra alzarci, vestirci, caricare l’auto e fare colazione, siamo partiti verso le 10.
Per fortuna Mia ha dormito quasi due ore all’andata!
Quindi la nostra prima tappa è stata Colle Val d’Elsa.


Un po per sbaglio è un po per fortuna, abbiamo parcheggiato l’auto davanti ad un ristorante “il mulino moro”.
Siamo entrati a pranzare,vista l’ora, e abbiamo scoperto questo posto molto curato e caratteristico, dove abbiamo mangiato come ci si aspetta in questi luoghi, divinamente!
Usciti dal ristorante, messa Mia sul passeggino, siamo partiti alla scoperta del paese.
È stato bellissimo vedere l’espressione sorpresa e meravigliata di Mia davanti la sua prima fontana nella piazza centrale.


Da lì abbiamo preso la salita che porta alla parte vecchia, un po impegnativa, ma con un risultato bellissimo, una veduta spettacolare.


Ritornati alla macchina, siamo partiti per quello che è uno dei miei borghi preferiti, Monteriggioni.
Delle scalette circondate da piante di rosmarino incredibili, portano fin dentro le mura del castello.


Qui sembra di essere dentro un paese incantato.


Un paio di ristorantini e qualche piccola attività commerciale fanno capire quanto sia frequentato dai turisti, ma io trovo ci sia un’aria quasi magica.


Da qui siamo andati all’hotel, abbiamo,posato,la borsa e siamo usciti per cenare a Buonconvento.
La domenica abbiamo fatto una prima tappa a Murlo che ci ha affascinati.


Un piccolissimo borgo di circa 10 famiglie che vivono lontani da traffico, smog e circondati da piante di rosmarino bellissime.
Al suo interno non c e nulla, solo le abitazioni, ma si respira aria di pace!
Abbiamo parlato con un signore che vive lì da anni e ci ha confermato che abitare in un borgo così sperduto è una scelta di vita, ma che tranquillità!
Da qui siamo partiti,per Montalcino.
Borgo più attrezzato con negozi, bar e ristoranti.
Poi abbiamo pranzato a San Quirico di Norcia,anche lì turistico con negozi e vasta scelta di ristoranti.
Sulla strada per Multepulciano, abbiamo fatto una sosta veloce a Bagno Vignone.
Con la sua vasca centrale è sicuramente diverso dagli altri.
Ed essendo così particolare e molto più frequentato.
Una volta giunti a Montepulciano (anche questo borgo abbastanza frequentato) abbiamo visto che c’era la festa del cioccolato!


Siamo andati, quindi, subito nella piazza alta e c’erano gli sbandieratori e molte bancarelle di cioccolato.
Rientrando all’hotel ci siamo fermati a Pienza, altra tappa che io adoro!
Con la sua “Via dell’Amore” o “Via del Bacio”, il lungo mura con una vista spettacolare ed il centro sempre movimentato.
Diciamo che abbiamo chiuso la domenica in bellezza.
Lunedì, prima di rientrare, siamo stati in altri micro borghi.
Prima tappa a San Felice, borgo disabitato che è stato recuperato da una cantina e da un bellissimo relais con spa.
Un hotel a cinque stelle che ha mantenuto intatte le abitazioni com’erano (ci sono addirittura ancora i numeri civici), ci sono due chiesette ed un paesaggio, come sempre, bellissimo.
Poi siamo andati a Villa a Sesta, in parte abitato ed in parte adibito a beb o comunque abitazioni in affitto.
Qui ci siamo fermati, per la gioia di Mia, in un parco giochi quasi più grande del borgo!
Ci sono anche un paio di locali per mangiare, peccato che noi ci siamo passati troppo presto.
Per chiudere in bellezza il nostro week end siamo stati a San Gusme, borgo con l’ufficio postale aperto due mattine la settimana (😱) con un ristorante, una locanda ed una stuzzicheria.


Anche qui in parte abitato, ma per la maggior parte con abitazioni staglionali.
Anche questo luogo con un che di magico.


Insomma ho dimostrato ad Enrico che un week end in Toscana può essere bellissimo senza andare in località più conosciute e turistiche, che i piccoli borghi danno pace e rilassano e con due giorni così, anche solo avvicinarsi a Siena, sembra di entrare in una grande metropoli!

No Comments
POSTED IN:


Festa primo compleanno Mia

Finalmente dopo due settimane di preparativi,dubbi,corse al supermercato e planetaria (tutto rigorosamente con Mia in braccio),la festa è passata ed è andata benone!

festa compleaanno mia pink 01

Gia era stata un’impresa decidere dove festeggiare,la mamma (cioè io)che voleva invitare quanti più amico possibile (senza amici che festa è?!?) ed il papà che chiedeva solo “ma ci staremo?!?”, così alla fine abbiamo optato per festeggiare in una sala dell’associazione maremoto di Vivaro, accogliente,grande il giusto,con cucina,insomma perfetta.

Deciso ciò,la lista degli invitati si è allungata ed è partita la Totò scommessa del “ce la farò a preparare tutto?!?”

Volevo rendere la stanza più…più…rosa!Giusta per il primo compleanno di una principessa!

Ho iniziato con i barattoli sui tavoli (dei bornioli dipinti) è finito con pin pin di carta velina.

festa compleanno Mia pink 02

Il tutto con il grande aiuto di amiche care.

Queste sono le occasioni che mi commuovono,vedere che cerco di “dare” sempre amore e positività,ma quando ho bisogno,amiche e parenti mi danno una mano senza fiatare.

Ho messo all’opera tutte quelle che si sono offerte!Non ho risparmiato nessuno!Nemmeno la mia mamma fantastica che è venuta a preparare ed è tornata per pulire!

Beh la lista delle cibarie preparate da me e dalle mie amiche e lunga, tra qui torte salate (della mia suocera!),cestini di patate e formaggio,polpette di zucca e patate,tramezzini (grazie Ana!),tortone salate con zucca e pancetta (grazie Chiara!), rotelle di sfoglia al pesto,girelle al pomodoro,pizza,cous cous,farro al prosciutto e feta,biscotti di frolla ripieni,cup cake al cioccolato e alla vaniglia,e non poteva mancare la super fluffosa a due piano ricoperta con pasta da zucchero preparata con Daiana super mitica.

festa compleanno Mia pink 03

Insomma ho ripescato molte ricette del blog!

Sono stata felicissima del risultato,torta bellissima (anche se piena di difetti,ma per me bellissima!),ambiente curato,amici tanti,e bimbi felici!

Grazie a tutte le mie amiche per l’aiuto,grazie a tutte le persone venute,grazie per tutti i regali che ci avete fatto…grazie!

img_9815

 


1 anno di Mia

Siamo così giunti al post per il primo compleanno della mia puffetta!

Capperi…siamo sicuri?!?gia’ 1 anno?!?

img_7607

img_9681

Mi sembra ancora incredibile…

Ancora la guardo dormire e penso “ma è veramente la mia bimba?!?”

Dubbi, paure, gioie, difficoltà, novità,emozioni sono solo alcune delle sensazioni, delle emozioni vissute in questi 365 giorni.

Intanto lei ha iniziato a sorridere, a preferire il pane al seno, ad indicare, a giocare, a gattonare e anche a dire le prime parole…e io ancora sono qui incredula.

img_9474

La sera faccio l’impossibile per cercare di farla dormire, ma poi quando la vedo dormire beata, la vorrei svegliare a baci!

Mi guarda sempre più con amore la mia bimba.

Diffidente con gli estranei come la mamma, se la persona che ha davanti la convince poco, ha uno sguardo a dir poco penetrante.

Gia’ dimostra di avere il suo bel caratterino, sarà difficile dargliela a bere, ma meglio per lei!

img_9656

Ha le sue preferenze, se è arrabbiata mettetele la sigla de “la tata” e tutto passa, se non ha fame datele un pezzo di pane e se lo divora, non mettetele i calzini o le scarpe perché le piace stare scalza.

Ma ci sono cose che in questo anno non sono cambiate, amiamo stare a stretto contatto e il marsupio ergonomico o la fascia sono nostri alleati, se andiamo a passeggiare la mamma porta e stiamo cuore a cuore, tre…due…uno e lei si addormenta!

Qualcuno un giorno mi disse “e’ come se non avessi partorito ancora” e’ vero, con lei nel marsupio sembra ancora che abbia la pancia, ma è fantastico tenerla così vicino e vedere come si calma in un baleno e si rilassa fino ad addormentarsi.

Mi hanno chiesto se fare la mamma e’ come me lo aspettavo, beh direi proprio di no…e’ molto di più, nel bene e nel male.

Decisioni da prendere, responsabilità, difficoltà,ma una gioia che definirla immensa e un po’ poco.

img_9731

Certo prepararsi per uscire e sempre più complicato, giubbetto se è freddo, acqua, bavaglino, cambio (uno?!?meglio due non si sa mai!), cracker se le viene fame, etc..e a dire il vero ancora ora la maggior parte delle volte che usciamo esco talmente di fretta che lascio qualcosa a casa.

Ma poi mi guarda, mi chiama “mamy” e tutto passa, il sorriso esce spontaneamente,la giornata più buia si rasserena in un attimo.

Beh…in questa giornata,anima mia, per te così speciale…la mamy ti  augura di continuare a crescere con il sorriso che hai sempre e la curiosità che ti contraddistingue.

Grazie per tutto quello che ci dai, ci insegni, ci stai insegnando a fare i genitori e, nel bene o nel male, cerchiamo di fare il nostro meglio,ma abbia pazienza, sicuramente sbaglieremo anche se in buona fede.

Ti amiamo più di ogni altra cosa.

Sei nata da un sorriso,  sei vestita di felicità, è stata la gioia a condurti da noi.Benvenuta nella radura incantata.”

No Comments
POSTED IN:


Vellutata di zucchine con miglio

Oggi voglio scrivervi un’altra “prima pappa” che sto preparando per Mia, ma che mangia anche la mamma molto volentieri!

Ho sempre pensato che il miglior modo per abituarla mangiare altro, oltre il latte, fosse quello di proporle i gusti della famiglia invece delle pappe da supermercato.

Vellutata di zucchine e miglio

Ho, quindi, frequentato un corso che aiutasse anche me nella preparazione di cibi più salutari (mica potevo farle subito provare i cupcakes!) e, quella che vi riporto oggi, è proprio una delle ricette studiate.

Eccovi quindi una morbida vellutata di zucchine con del miglio.

Ingredienti:

2 zucchine medie

1/4 di cipolla di tropea

1 spicchio di aglio

300 ml di acqua

40 gr di miglio

1 pizzico di sale

1 filo di olio evo

Vellutata di zucchine e miglio 02

(altro…)


Pere al forno con crema di ricotta

E siamo così giunte a nove mesi…
Nove mesi di amore, di baci, di notti agitate, di cambi pannolino, di piccole conquiste di Mia e della mamma!
Perché anche la mamma sta imparando,a fare la mamma…
E con oggi giungiamo un piccolo grande traguardo…la fine dell’esogestazione.
Se non sapete cos e non preoccupatevi, non lo sapevo nemmeno io fino a poco tempo fa!
Inizialmente pensavo fosse un momento importante solo per chi è un po “New age” come me…invece ho scoperto che c è anche una valenza scientifica.
Difatti i cuccioli di uomo nascono con lo sviluppo neurologico non completo e per i primi nove mesi sono totalmente dipendenti dalla mamma non essendo in grado di muoversi né di mangiare da soli.
Con il compimento dei nove mesi (chi prima e chi dopo) i bimbi iniziano a muoversi da soli e, quindi, a dipendere meno dalla mamma.
Questa in parole molto semplici e l’esogestazione vista con la ragione, ma, per chi come me, ama vederla con il cuore…sono nove mesi cuore nel cuore e nove mesi cuore sul cuore…i primi mesi i bimbi stanno sempre cuore a cuore con la mamma perché sempre in braccio, poi un po alla volta si staccano.
Un traguardo importante per le piccole creature che iniziano a rendersi conto di non essere una sola cosa con la mamma, ma avere esistenza propria.
Ed un traguardo difficile,ma a volte desiderato, di noi mamme che (forse) ricominceremo ad avere qualche attimo per noi.
Ecco, oggi per noi è quella giornata.

Pere al forno con ricotta 01 (altro…)


Prima vacanza con Mia

Prima vacanza con principessa!

Come potevo non scrivere due righe?!?

Io, mamma da corsi, mamma che vorrebbe partire “imparata”, non essere mai presa contropiede, avere sempre una soluzione per tutto, ho deciso con Enrico di passare con Mia la nostra prima vacanza in Puglia.

Lasciamo stare com’era il luogo, l’hotel, o le spiagge, ci sono già un sacco di siti/blog che offrono recensioni, io vorrei spendere due parole proprio sulla vacanza con prole!

Partiamo dal fatto che pochi giorni prima di partire,Mia ha deciso che stare in auto non le piace più molto…e noi come dovevamo andare in Puglia?!?in auto chiaramente!

image

Decidiamo quindi di partire il venerdì pomeriggio, fare sosta a Senigallia e poi ripartire per Pugnochiuso.Tutto sommato, questa idea non è andata male e gli 800km sono scorsi tranquilli.

Ma, poi, arriviamo in hotel…

Non vedevo l’ora di far poggiare i piedini nella sabbia alla piccola Mia, ma una volta arrivati partiamo per la spiaggia e quando sono lì mi rendo conto che non ho frequentato un corso per mamme in spiaggia!

Mia

(altro…)

No Comments
POSTED IN:


Pannolini Lavabili

Altro post un pò fuori tema…chiedo scusa, ma da quando sono mamma mi si è aperto un mondo ed ho scoperto di essere una “voce un pò fuori dal coro” in parecchie cose, molte delle quali poco conosciute e perchè non provare a parlarne un pò qui?!?!

Oggi vi propongo i pannolini lavabili vista la settimana mondiale per cercare di sensibilizzare proprio su questo argomento.

Lavabile 01

Ancora quando avevo il pancione, sono stata a fare un giro da Ercole (chi è di Vicenza forse conosce) un negozio sul tempo libero, ma con un angolo molto carino dedicato alla prima infanzia.

Li sono incappata nei pannolini lavabili, belli, colorati e simpatici!

Lavabile 02

Non pensate a quelli che le nostre mamme usavano con noi…la gamma si è ampliata e modernizzata moltissimo!

Rientrata a casa ho cominciato a spulciare online e come vi dicevo…mi si è aperto un mondo!Ciripà, all in one, all in two, pocket, fitted e chi più ne ha più ne metta!

Lavabile 03

Mi sono iscritta in un paio di gruppi su facebook per cercare di fare un pò di chiarezza, ma essendo poco diffusi ancora purtroppo, farsi un’idea sulle differenze era difficile.

Qui ho conosciuto una mamma della mia zona che molto gentilmente si è offerta di farmeli “toccare con mano” e di parlarmi del loro utilizzo.

Così sono stata da lei con la mia mamma che non faceva che ripetermi “ma ne sei sicura?!?”

Ma una volta visti, me ne sono innamorata!

Da subito ho deciso che i “miei” erano i pocket, cioè dei pannolini in pul (tessuto tecnico impermeabile) con bottoni ed una tasca dove vanno inseriti gli inserti assorbenti.

Lavabile 04

La gamma dei prezzi di questi è molto vasta, essendo la mia una prova ho deciso di acquistare una via di mezzo tra i “cinesini” e quelli più cari.

Ho comprato quindi un set da “Littlelamb” e li ho preparati (lavati secondo le istruzioni) in attesa di Mia.

Ho cercato detersivo bio, percarbonato di sodio (con effetto sbiancante naturale) e acido citrico (con funzione “ammorbidente”) ed ero pronta per l’uso!

Lavabile 05

Quando Mia è arrivata, ho seguito il consiglio datomi da chi ci era già passata, ho usato usa e getta per circa il primo mese e mezzo giusto per prendere i ritmi con la principessa e quando me la sono sentita, abbiamo iniziato la nostra avventura!

Inizialmente usavo ueg la notte per paura di trovare laghi alla mattina, invece mi sbagliavo!

Anzi…l’unica mattina che ho trovato un lago è stato una volta che ho usato ueg e l’avevo chiuso male, ma da quando siamo passati ai soli lavabili…nessuna sorpresa!

L’unica “pecca” se vogliamo è che devono essere lavati al massimo entro 2 giorni dall’utilizzo, ma basta prendere il giro di una lavatrice a giorni alterni e tutto fila liscio.

Ma vi avviso, una volta entrati nel “tunnel” ne vedrete di così carini che fermarsi nell’acquisto sarà difficile!!!

Molti mi chiedono “perchè?!?!”

I miei perchè sono molteplici: so cosa viene a contatto della pelle della mia bimba (ancora non ho ben capito cosa c’è all’interno degli ueg per essere così assorbenti, ma così sottili), sono ecologici (una montagna di pannolini ueg risparmiati circa 1900 in un anno), aiutano nella prevenire la displasia dell’anca, risparmio economico visto che dopo la spesa iniziale non serve continuare ad acquistarne (sempre che non vi facciate prendere dalla dipendenza di averne sempre di nuovi e belli!), dicono ( ma qui ve lo confermerò prossimamente) che aiutano a velocizzare lo spannolinamento e poi…sono così simpatici!!!

Se vi interessano, informatevi nel sito del vostro comune, a Vicenza, ad esempio, inviando copia della fattura di acquisto, fanno uno sconto sul pagamento della tassa sui rifiuti per due anni.

E vista la settimana  di sensibilizzazione, molti siti fanno degli sconti…quindi date un’occhiata!

 

 

 

No Comments
POSTED IN:


In fascia con Mia

A quanto pare sono una mamma “portatrice”.

Gia, perché porto la mia principessa in fascia.

Non chiedetemi come ci sono arrivata, né tanto meno quali sono i “benefici” sia per la mamma che per il pargolo nel portare, non mi va di scrivere nomi di studiosi, psicologi, o percentuali!E nemmeno mi ricordo che percorso ho fatto per arrivare fino a qui, so solo che quando ero incinta di sette mesi circa, ho contattato una signora molto gentile di un paese vicino Vicenza, che mi ha venduto una splendida fascia elastica Tricot Slen rosa.

Tricote slen

L’idea iniziale era quella di usarla ogni tanto anche in casa per riuscire a fare qualche lavoretto stando vicina alla mia pupetta, ma più passa il tempo e più sento io stessa il desiderio di tenere la mia principessa quanto più vicina possibile.

Ho iniziato ad usarla più spesso, sentire Mia così vicina e così tranquilla mi dona una pace immensa…

Piu di qualcuno mi dice che “così la vizi”,ma da quando la aspetto, mi sono resa conto che di quello che pensano gli altri…mi interessa proprio poco!

Seguo l’istinto, quello che mi dice la “pancia” e in questo periodo mi dice che portarla così vicino al mio cuore, va bene per me è per lei.

Ho fatto un incontro per imparare come legarla meglio e oramai io, la mia fascia e Mia siamo in simbiosi!

Mia fascia

Per portare i bimbi, ho scoperto, ci sono fasce elastiche (ideali per bimbi fino i 7 kg), fasce rigide e marsupi ergonomici.

Non occorre che vi dica che se vi interessate…vi si apre un mondo!

Ora sto aspettando un bel marsupio ergonomico per poter far provare queste emozioni anche ad Enrico.

Il marsupio sarà più facile da indossare, ma non so se regalerà il calore e la “magia” della fascia!

Vi aggiornerò!

No Comments
POSTED IN:


L’arrivo di Mia

Oggi ti racconto la nostra storia…
Era lunedì, ma era un lunedì speciale.
C era una vocina che mi girava per la testa,o meglio per la pancia da un po, una vocina che mi diceva che forse tutto sarebbe cambiato.
Quella sera dopo cena io salgo in bagno mentre papà suona la chitarra.
Passati i fatidici cinque minuti, prendo per mano papà e gli dico “andiamo a vedere”.
Entro in bagno nervosa,agitata, la vocina sembra urlare in quei momenti, prendo in mano il test, i segni sono due…quella vocina eri TU!

Noi (altro…)

No Comments
POSTED IN:


Biscotti di pasta frolla morbida decorati

Abbiamo organizzato il battesimo di Mia il giorno di San Valentino, io non attendevo altro che un’occasione per mettermi ai fornelli e divertirmi un po!

L’idea era quella di una cerimonia semplice e pranzo fra pochi intimi, ma poi se inviti uno non puoi non invitare l’altro!E così in un baleno ci siamo trovati in 25!

Preparare il pranzo per tutti era problematico (più di tutto in casa non avrei saputo dove farli sedere!), quindi abbiamo optato per un agriturismo, ma io dovevo trovarmi qualcosa da fare…e così ho deciso di fare i biscotti di pasta frolla decorati con pasta di zucchero!

Biscotti decorati battesimo 01

Mi sono organizzata in settimana e con l’aiuto di un’amica e dei suoceri, sono riuscita a fare un centinaio di biscotti e sei decorazioni diverse.

Vi riporta la ricetta di questa pasta frolla, diversa dalla solita in quanto ho messo lievito perché volevo ottenere una pasta frolla più morbida.

Biscotti decorati battesimo 02
(altro…)

1 Comment
POSTED IN: , ,